La Sky Marathon più alta d'Europa con 5 km oltre i 3000 m slm

  • Parte alta del tracciato

    Panoramica dalla Punta di Charbonnel (3.760 m), punta Ciamarella (3676 m) sino al lago di Malciussia (1805 m)

  • Ghiacciaio Bertà

    Punta Sulè (3384 m), colle Sulè (3071 m)

  • Panoramica da Colle Sulè

    Dal Rocciamelone (3538 m) a punta Costan (3305 m FR) al colle Autaret (3073 m) e laghi Autaret.

  • Panoramica dal Rocciamelone

    Levanna, Gran Paradiso, Cervino, gruppo Monte Rosa

Classifiche e tempi gare 2018

 42 km 

  

 33 km 

  

 11 km 

Fotogallery 2018 - 42 - 33 km

Fotogallery 2018 - 11 km

 

 

Italian Chinese (Simplified) English French German Russian Spanish

ASM

Iscritti 2018

Planimetria gara /Gps

Volantino

 3300 m       3300 m
 1260 m       3305 m
 1730 m       1090 m
 
da 1 a 6   Montagna
1-12
 Finiscer
  3
12  380
 
 
 Tempo max  Difficoltà
 12:00  Difficile

 

Terreno
Sentieri segnalati; passaggio esposto con corde fisse; passaggi isolati;  altitudine >3000 m; 3 punti ristoro; numerosi volontari per garantire la sicurezza

Requisiti richiesti
Buona conoscenza dell'alta montagna; capacità di orientamento in caso di nebbia; autonomia per almeno 2/3 ore; essere in grado di affrontare condizioni meteorologiche difficili (pioggia, vento, neve, freddo (< 10°C), neve)

33km 10x10

Risultati 2018

Planimetria gara / Gps

Volantino

 
 2400 m       2400 m
 1260 m       3073 m
                              
 
da 1 a 6   Montagna
1-12
 Finiscer
  2
12  380
 
 
 Tempo max  Difficoltà
 12:00  Medio

 

Terreno
Sentieri segnalati; passaggi isolati;  altitudine >3000 m; 3 punti ristoro; numerosi volontari per garantire la sicurezza

Requisiti richiesti
Buona conoscenza dell'alta montagna; capacità di orientamento in caso di nebbia; autonomia per almeno 2/3 ore; essere in grado di affrontare condizioni meteorologiche difficili (pioggia, vento, neve, freddo (< 10°C), neve)

2018 A4 elefanti 10x10

Iscritti 2018

Iscrizione 2018

Percorso gara

Volantino elefanti

Planimetria / Gps

 

 940 m          940 m
 1260 m       2200 m
  
 Tempo max  Difficoltà
 2:30 Poco difficile

Terreno
Sentieri segnalati nella parte bassa del tracciato; traccia di sentiero in mezzo ad erba e bassa vegetazione nella parte alta; Sentiero ripido in salita; passaggi isolati;  altitudine >2000 m; 2 punti ristoro; numerosi volontari per garantire la sicurezza

Requisiti richiesti
Esperienza escursionismocapacità di orientamento in caso di nebbia; essere in grado di affrontare condizioni meteorologiche difficili (pioggia, vento, freddo (< 0°C))

 

 

Profilo su ITRA

 profilo altimetrico Hannibal Race

EST maps

 
Luoghi   Distanze km   D +    D -
Usseglio - Margone 3,800 147 75 
Margone - Rif. Cibrario 6,900 1251   28
Rif. Cibrario - Colle Sulè 2,400 458   4
Colle Sulè - Bivio 33 km 1,500 102 225 
Bivio 33 km - Marmutteri 3,000 18  467
Marmutteri - Rif. Vulpot 4,600 68  492
Rif. Vulpot - Lago Falin 3,500 193  313
Lago Falin - Madonnina 1,800 119 238 
Madonnina - Margone 0,8 56 161
Margone - Usseglio 3,800 75 147 
     
  32,100 2487  2150

 

 

Download traccia KML Download traccia GPS

 

In caso di brutto tempo dopo il colle Sulè a 3070 m si procederà per la via di rientro con una distanza totale di gara di 32,70 km

In caso di livello di allerta meteoidrologica di livello 3 da parte dell'ARPA Piemonte, per proibitive condizioni meteo che possono mettere in serio pericolo l'incolumità degli atleti, la gara verrà posticipata a domenica 3 settembre. Solo il perpetrarsi di meteo estremamente avverso potrebbero indurre l'organizzazione ad annullare la manifestazione.

Per livello 3 si intende:
Piogge forti, estese e persistenti, con superamento dei livelli pluviometrici critici. Possibilità anche di fenomeni a carattere temporalesco, ma inseriti in un contesto prevalentemente avvettivo determinato da una forzante sinottica a grande scala. In ambiente collinare e montano, inneschi diffusi di frane superficiali, attivazioni/riattivazioni diffuse di frane per scivolamento traslativo/rotazionale, diffusi crolli, riattivazione di grandi frane ad attività complessa, colamenti lenti e crolli in massa; diffusi fenomeni torrentizi che interessano i bacini di piccole dimensioni. Intensi e diffusi fenomeni di erosione e alluvionamento, estesi fenomeni di inondazione con coinvolgimento di aree distali al corso d'acqua connessi al passaggio della piena straordinaria, sifonamento o rottura degli argini, occlusione parziale o totale delle luci dei ponti, abbattimento di ponti e attraversamenti.
Diffusi danni, anche di grave entità, alle attività agricole e agli insediamenti residenziali e industriali sia prossimali che distanti rispetto al corso d'acqua; danni o distruzione di centri abitati, di rilevati ferroviari o stradali, di opere di contenimento, regimazione o di attraversamento per esondazione e/o fenomeni gravitativi; possibili perdite di vite umane e danni, anche gravi, a persone e beni.

noene italia  Neronatura pic    tecnovernici

massamiconfantolino 

   


l arca    sana  

 

 

logo 3bgomme face 

Hannibaltrail